Confesercenti Padova - benvenuto

09 Ago 2011
brendolin_aldo_-_pres._fipac.jpgAldo Brendolin Presidente F.I.P.A.C. CONFESERCENTI di Padova
Federazione Italiana Pensionati del Commercio


Quest’anno i pensionati saranno puniti anche sul fronte delle vacanze, i Comuni gravati dai mancati introiti, sono costretti a tagliare del 50% i fondi per aiutare i meno abbienti per la villeggiatura sociale che si programma annualmente. Ma le persone anziane sono abituate a queste vessazioni fatte di rinunce e sacrifici. La solitudine per chi è costretto a rimanere in città è una costante.

Le varie organizzazioni del volontariato, i numeri verdi e quant’altro avranno il loro da fare per affrontare le emergenze che si presenteranno, i servizi pubblici saranno assenti causa i tagli sopraccitati.

La manovra del governo si abbatterà sulle persone anziane e non promette nulla di buono per le nuove generazioni: i conti non tornano le prospettive per una pur tenue ripresa non si intravede, le condizioni politiche economiche e sociali non sono a nostro avviso nel calendario di questo governo.
In troppi si sono fidati del lupo nella foresta travestito da “nonna” premurosa vorremmo sentire almeno parole di scuse anche se camuffate da scelte “obbligate”.
A questo punto il piatto è servito, si corra ai ripari in modo forte e chiaro le vie le conoscete e le conosciamo anche noi e ci permettiamo di darvi qualche suggerimento : un serio controllo catastale, una visita anche veloce alle darsene, e magari anche una occhiatina al P.R.A. ci sarà forse qualche sorpresina (sic!)

Vi ricordiamo che la manovra è passata da 40 miliardi a circa 70 miliardi in tempi record che la maggioranza degli italiani non si è nemmeno accorta del raddoppio preventivato, diciamolo a chiare lettere, ancora una volta si è voluto salvare la “casta” perchè i tagli della politica sono rinviati a tempi “sospetti” e cioè alla prossima legislatura ma in cambio si colpiscono pesantemente i più poveri, gli anziani e i pensionati.

Come sempre: forti con i deboli ma deboli con i forti.

Archivio