Filtro
  • ANDAMENTO SALDI PRIME SETTIMANE

    Abbigliamento“I saldi sono ormai iniziati da poco più di 15 giorni, dichiara il Presidente Nicola Rossi, ma sappiamo che una grande parte dei giochi sono stati fatti. Come di consueto nei primi tre giorni, in tutta la provincia, i saldi sono partiti con discreta soddisfazione dei commercianti (sono iniziati sabato 3 gennaio ed hanno incontrato grande attenzione).
    Nei 15 giorni successivi l’andamento delle vendite si è assestato e diremmo che almeno il 60% dei giochi per le vendite in saldo sono stati fatti. Per sentire come sono andati abbiamo sentito il consueto campione di commercianti del settore moda con negozi sia in città che in provincia”

  • SCF: ecco come pagare (meno) per essere in regola con la diffusione di musica

    musica siaeRese note le tariffe per gli esercizi commerciali e artigianali.
    LA SCF ha reso note le istruzioni a disposizione  degli ESERCIZI COMMERCIALI E ARTIGIANALI
    (si intende qualunque tipo di negozi, supermercati, ma anche panetterie, rosticcerie –  non i  Pubblici Esercizi ) delle imprese che nel 2015 effettueranno la  diffusione in pubblico di musica registrata.
    Gli interessati potranno regolarizzarsi versando gli importi corrispondenti attraverso i bollettini disponibili presso le sedi Confesercenti.
    Gli associati Confesercenti che provvedono entro il 15 marzo alla regolarizzazione beneficiano del 20 per cento di sconto sulla tariffa piena

  • La Family Card in Comune di Padova

    La Family card è un'iniziativa dell'Assessorato alle politiche sociali e per la famiglia del Comune di Padova a sostegno delle famiglie numerose. L'iniziativa rientra nel piano dei provvedimenti anti crisi diffusi a livello locale e statale, nati con l'obiettivo di far fronte a questo momento di particolare contingenza.

  • CORSO DI MARKETING E COMUNICAZIONE AZIENDALE - GRATUITO A FEBBRAIO

    corso marketing copiaIl corso è dedicato ad imprenditori ed occupati delle province di Padova e Rovigo. Si tratta di un percorso di 24 ore in cui si andranno ad implementare le competenze relative alle modalità con cui le imprese offrono servizi e si presentano al pubblico.
    In particolare 12 ore verranno dedicate al marketing (le regole del marketing mix, l’elaborazione del piano marketing, pubblicità, promozioni, sapersi vendere e promuoversi sul web, il web e social marketing) e 8 allacomunicazione aziendale (la conoscenza del mercato, l’analisi del cliente e della soddisfazione del cliente, come valorizzare la propria azienda e come comunicare in modo efficace) .
    Infine un modulo di 4 ore verrà dedicato alle modalità di ricerca fondi e delle strategie per il credito.

  • CORSO SOMMINISTRAZIONE E VENDITA DI PRODOTTI ALIMENTARI

    Partirà a febbraio il corso di SOMMINISTRAZIONE E VENDITA  DI PRODOTTI ALIMENTARI che si terrà presso la sede di Solesino, viale della Libertà 411/4.
    Il corso avrà luogo nei giorni di: Lunedì -Martedì - Giovedì – Venerdì  dalle ore 20.00 alle ore 23.00

  • PRESENTAZIONE DEI PROGETTI SUI DISTRETTI DEL COMMERCIO - SABATO 24 GENNAIO

    distrettoInvito a tutti i commercianti ed imprenditori.
    I progetti saranno presentati nell'ambito di due conferenza stampa SABATO 24 GENNAIO P.V.
    ore 10.30
    presso  VILLA Valmarana- Via Valmarana 10 - Noventa Padovana
    ore 12.00
    presso il Municipio di Piove di Sacco

    I “Distretti del commercio” costituiscono, nel Veneto, una delle principali espressioni di politica attiva a sostegno del settore commercio nell’ambito dei centri storici e urbani.Sono definiti sul piano normativo come ambiti territoriali di rilevanza comunale o intercomunale, nei quali i cittadini e le imprese, liberamente aggregati, qualificano le attività commerciali come fattore di innovazione, integrazione e valorizzazione delle risorse di cui dispone il territorio.

  • NOVITA’ FISCALI TRIBUTARIE AMMINISTRATIVE PER LE IMPRESE

    Saranno affrontate domani, GIOVEDI’ 22 GENNAIO ore 20.30 in un incontro gratuito presso la sede Confesercenti di Padova, le novità introdotte dal Decreto Semplificazioni (Dlgs 175/2014), entrato in vigore lo scorso 13 dicembre 2014

  • 4 SEMINARI SULLE NOVITA' FISCALI GRATUITI

    seminari fiscali 15





  • Qual è il prezzo giusto del caffè?

    tazza caffèdi Mauro Cinefra Responsabile Fiepet Confesercenti
    PRODUZIONE DEL CAFFE' IL MERCATO E' "LIBERO" MA DOMINATO DALLE MULTINAZIONALI E DALLE SPECULAZIONI FINANZIARIE.
    Il caffè è una delle principali commodity, ovvero una materia prima il cui prezzo è regolato dal mercato. Viene interamente prodotto nel Sud del mondo, la sua compravendita avviene a New York per l’arabica e Londra per il robusta, dominate dalla finanza e dai grossi importatori, che impongono condizioni sfavorevoli per i piccoli produttori, del tutto esclusi dalla distribuzione del profitto maturato sul loro lavoro. Dopo il 1989 con la scadenza degli accordi ICO (International Coffee Organization) tra Paesi produttori e Paesi consumatori che stabilivano prezzi minimi e massimi per il caffè, mantenendo in equilibrio il mercato è venuta a mancare ogni regolamentazione .

  • Ieri l’addio di Napolitano al Colle, dopo 9 anni le dimissioni

    GGiorgio Napolitano1iorgio Napolitano al Quirinale, dopo 9 anni si dimette da presidente della Repubblica. “Sono contento di tornare a casa”, ha confidato ieri ad una bambina il capo dello Stato, per la prima volta nella storia italiana rieletto per un secondo mandato. “Il Paese resti unito e sereno”, il suo ultimo messaggio agli italiani.
    “Nel corso del suo mandato – dice Marco Venturi, Presidente di Confesercenti Nazionale –  il Presidente Giorgio Napolitano  si è distinto per il suo encomiabile spirito di servizio all’Italia e alle istituzioni, per il quale lo ringraziamo profondamente. E’ innegabile la portata storica della sua presidenza, non solo per l’eccezionale durata, ma anche  perché sempre improntata alla responsabilità e alla necessità di trovare coesione politica e sociale durante una delle fasi più difficili della storia repubblicana”.

  • SEMINARI SULLE NOVITA’ PER LE IMPRESE DEL COMMERCIO TURISMO E SERVIZI ANNO 2015

    Sono numerosi i provvedimenti di fine anno che interessano le imprese del commercio del turismo e dei servizi. Al fine di darne ampia conoscenza la Confesercenti di Padova ha organizzato 4 seminari, il primo a Padova GIOVEDI' 22 GENNAIO ore 20.30, sui temi :

  • aderisci a m'Illumino di Meno 2015

    millumino di meno 2015Il Comune di Padova intende aderire, come ogni anno, alla campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio2: “M’ILLUMINO DI MENO” prevista per il 13 febbraio 2015.
    Informambiente raccoglierà le segnalazioni da parte di esercizi commerciali, associazioni e altri soggetti attivi nel territorio riguardanti eventi coerenti con il tema della giornata che si terranno a Padova.
    Vi invitiamo a compilare il  modulo di adesione online entro lunedì 12 gennaio 2015.

  • 2014 è stato ancora anno nero: saldo tra aperture e chiusure negativo per 184 imprese. Nel corso del 2014 in provincia di Padova hanno chiuso quasi mille aziende del commercio e del turismo

    Tra il 2009 ed il 2014 inghiottite dalla crisi 3756 imprese commerciali. Nel 2015-2017 si prevede inversione di tendenza, ma sarà soprattutto il turismo ad invertire la tendenza.
    Previsioni per il commercio al dettaglio, secondo le nostre elaborazioni sui dati provinciali degli ultimi tre anni:
    1. fin dal 2015 rinascita dei piccoli negozi di alimentari
    2. boom di e-commerce e del commercio alternativo
    3.spariscono gli esercizi despecializzati sia tra gli alimentari che i non alimentari

  • Canone speciale RAI 2015: chi deve pagare, quando, quanto, risposte alle domande più frequenti

    Il canone è un'imposta che viene comunemente definita abbonamento (Sentenze Corte Costituzionale nº. 284 del 26/06/02 e nº. 81 dell’8/6/1963 - Sentenza Corte di Cassazione del 03/08/93 n. 8549). L'abbonamento si rinnova tacitamente e l'utente, salvo che abbia dato tempestiva comunicazione di disdetta, è obbligato al pagamento del canone ogni anno nei termini stabiliti dalla legge. 
    L'obbligo al pagamento del canone alle radioaudizioni, secondo quanto disposto dagli artt. 1 e 27 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246 e dall’art. 2 del D.L.Lt. 21/12/1944 n. 458, sorge a seguito della detenzione di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive detenuti in esercizi pubblici, in locali aperti al pubblico o comunque fuori dell'ambito familiare, indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo.