14 Mar 2012
nicola_rossi.jpg“Siamo in Italia e le regole si devono rispettare sia nei prodotti che nel lavoro” questa la dichiarazione del Presidente di Confesercenti Padova, Nicola Rossi, che ha inviato una nota al Comando provinciale dei carabinieri condividendo ed apprezzando l’attività di vigilanza, controllo e prevenzione portata vanti.

Chi opera nel nostro Paese, ha proseguito Rossi, deve tenere conto di tutte le nostre regole, i cinesi dopo avere affossato la nostra produzione con decine di laboratori abusivi in tutto il Paese adesso stanno entrando nella distribuzione dapprima con un mega centro al dettaglio camuffato da ingrosso (Centro Ingross Cina) oggi con veri e propri grandi magazzini in cui si vende di tutto (Monselice e Due Carrare solo per citare i più grandi).

Chiunque operi in Italia e nella nostra provincia, prosegue Rossi, deve sapere che non solo è vietato commercializzare prodotti contraffatti o falsificati o dannosi per la salute dei consumatori ma anche che non si possono sfruttare i lavoratori nei negozi, senza metterli in regola, facendoli lavorare senza interruzioni per dodici o quattordici ore, senza alcun diritto.

Rispettando le regole, i nostri negozi hanno costi di gestione ben superiori a quelli sostenuti dalla aziende cinesi irregolari, a questo si deve aggiungere le condizioni disumane in cui lavorano certi dipendenti non in regola.
L’invito quindi del Presidente Rossi di continuare con le verifiche e le ispezioni al fine di garantire regole uguali di concorrenza ma anche condizioni uguali per chi lavora.