04 Dic 2012

La questione giovanile, di cui la disoccupazione rappresenta uno degli aspetti più preoccupanti, richiede un approccio condiviso.Investire sui giovani è una scelta obbligata, e ripensare le politiche per i giovani con questa chiave di lettura, diventa l’unico modo per vincere questa difficile sfida.


La prima edizione del bando “Crea-lavoro: creatività giovanile per il Veneto del nuovo sviluppo” ha dato alcune indicazioni importanti: il “modello veneto” non è tramontato e può rappresentare ancora una forza per lo sviluppo regionale e, soprattutto, i giovani ci credono e sono disposti ad impegnarsi per non “essere da meno” dei loro padri. La seconda edizione del Bando “Crea-lavoro”, per la quale vengono messe a budget risorse ancor più significative, vuole dimostrare ai giovani veneti che la Regione è pronta a credere in loro e a considerarli, veramente e a tutti gli effetti, risorsa.

OBIETTIVO DELL’INTERVENTO
L’obiettivo prioritario è lanciare ai giovani veneti il messaggio che chi ha idee e voglia di fare può trovare riconoscimento e spazio per creare impresa in Veneto.
Il bando è rivolto a sviluppare interventi sulla creatività per accompagnare i giovani a trasformarsi in imprenditori di successo e creare nuovi posti di lavoro.

DESTINATARI
Il bando è destinato ai giovani di età 18-35 anni, cittadini italiani residenti in Veneto da almeno 5 anni. I requisiti di età e residenza si intendono posseduti alla data di scadenza del bando.
I partecipanti devono essere in possesso dei requisiti richiesti dalla legge per l’ammissione ai contributi pubblici, godimento dei diritti civili e politici e assenza di condanne penali.
I partecipanti non devono essere titolari di impresa, né avere quote azionarie e/o partecipazioni superiori al 10% in imprese già costituite alla data di scadenza del bando.

scarica tutto il bando  e contattaci!