11 Dic 2013

E' partito il confronto negoziale per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro di Terziario, Distribuzione e Servizi. Lunedì scorso a Roma, presso la sede nazionale di Confesercenti, una delegazione delle imprese aderenti a questa Confederazione, formata dal Segretario Generale Mauro Bussoni, Graziano Gozi, Elvira Massimiano, Giorgio Cappelli, Giorgio Calabrò, Fabio D’Onofrio, Gaetano Pergamo e Giampiera Petrucciani,  ha inaugurato il tavolo negoziale con la delegazione dei sindacati Filcams-Cgil, composta da Grazia Gabrielli e Fabrizio Russo,  Fisascat-Cisl, con il segretario generale Pierangelo Raineri, Rosetta Raso, Ferruccio Fiorot, Mirko Ceotto, Alfredo Magnifico e Dario Campeotto e Uiltucs, con Gabriele Fiorino.

Durante i lavori i rappresentanti sindacali hanno evidenziato come il rinnovo del contratto cada in un momento di particolare crisi del settore, segnato dalla pesantissima crisi dei consumi, che ha generato scenari inediti. Soprattutto per questo motivo, le associazioni dei lavoratori  hanno sottolineato il valore della presentazione della piattaforma unitaria, e hanno auspicato che le parti datoriali facciano altrettanto: un’ipotesi che è stata accolta con favore da Confesercenti. Che, a sua volta, ha sottolineato come, in un momento così difficile di crisi, soprattutto per il mondo delle PMI, sia assolutamente necessario che il rinnovo contrattuale passi per la strada della responsabilità, attraverso l’avvio di un negoziato che muova da logiche collaborative e non conflittuali, per garantire la tenuta dei livelli occupazionali.

dal sito www.confesercenti.it